Conoscere la Protezione Civile: Verderio Superiore 2004 - Protezione Civile Imbersago

Vai ai contenuti

Menu principale:

Conoscere la Protezione Civile: Verderio Superiore 2004

Esercitazioni pratiche di intervento in differenti scenari di
Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Croce Rossa e Croce Bianca
-------------------------------------------------------------------

Non sempre quando si sente parlare di Protezione Civile è chiaro a chi ci si riferisce. Basti pensare allo slogan del Dipartimento che recita “tante divise, ma un'anima sola. Protezione civile: di tutti con tutti”.  
Anche come si interviene concretamente, spesso non è chiaro. “E' stata allertata la Protezione Civile” è una frase che spesso i telegiornali ci propinano senza altra spiegazione. Ma cosa vorrà dire?
Per gli abitanti di Verderio Superiore domenica 16 Maggio è stata una buona occasione per  “Conoscere la Protezione Civile”, infatti  al parco fontana di Nettuno si è tenuta organizzata dall'Amministrazione Comunale la manifestazione / esercitazione così denominata.
L'occasione per compiere la manifestazione è stata la presentazione ufficiale del nuovo gruppo comunale.

 
 


A celebrare il battesimo operativo del gruppo, i volontari che operano in zona: i vigili del fuoco di Merate e Lecco con autoscala e vari automezzi, la Croce Bianca di Merate e la Croce Rossa di Olgiate Molgora con le proprie ambulanze attrezzate al primo soccorso ed i gruppi di P.C. ormai consolidati di Imbersago, Merate e Rio Vallone, che hanno utilizzato le proprie attrezzature nelle prove pratiche ed hanno supportato la Polizia locale nei compiti di viabilità.
Tutti i gruppi intervenuti hanno portato a termine esercitazioni pratiche sotto gli occhi attenti degli spettatori, che le hanno potute seguire passo-passo grazie alle spiegazioni degli speaker delle varie associazioni.
La parte del leone ovviamente è stata effettuata dai vigili del fuoco che a fronte di una simulazione di incendi nel palazzo del Municipio sono arrivati a sirene spiegati con l'autobotte e con la autoscala.
Prontamente indossata la maschera antigas hanno provveduto ad evacuare lo stabile.
La simulazione prevedeva anche la presenza di feriti: uno recuperabile  attraverso la normale via di uscita, l'atro bloccato al secondo piano dell'edificio. Ovviamente tutti figuranti scelti tra i cittadini di Verderio.
Per il primo, su chiamata dei Vigili del Fuoco, sono intervenuti i volontari della CRI  che hanno provveduto al primo soccorso ed al trasporto tramite autolettiga.



Per il secondo si provveduto all'intervento acrobatico di un Vigile del Fuoco che con  una barella è stato issato fino alla finestra da cui è stato poi fatto uscire   il ferito, dopo aver provveduto all'immobilizzo ed all'imbracatura.
Tutti i cittadini, i bambini in particolare, sono rimasti per un buon quarto d'ora con il naso all'insù trattenendo il fiato per l'emozione: sicuramente non è una cosa che (grazie al cielo) capita di vedere tutti i giorni, ma fa piacere sapere che c'è qualcuno altamente professionale in grado di effettuarlo in caso di necessità.

E' stata quindi la volta delle Associazione di Volontariato di Protezione Civile che hanno effettuato presso il parco di Nettuno due esercitazioni meno spettacolari ma ugualmente interessanti.montaggio di tende, una tradizionale (gruppo di Merate) ed una pneumatica (gruppo di Imbersago), è servito per simulare la preparazione di un campo  come solitamente avviene o come base per i soccorritori o come primo alloggio per la popolazione in caso di calamità.tende sono state visitate dalla popolazione, suscitando particolare interesse nei più giovani.costruzione con sacchi di sabbia di un argine di contenimento di un fontanazzo è stato effettuato con la partecipazione di tutti i gruppi intervenuti ed è stata ricordata l'intervento per l'alluvione del Po nel 2000.lunga catena ha effettuato il passamano dei sacchi riempiti di sabbia fino agli ultimi che provvedevano a posizionamento circolare intorno al “fontanazzo”. La barriera è stata elevata per circa un metro.à verso il termine dell'esercitazione dei gruppi di protezione civile l'attenzione del pubblico si è spostata sulla strada dove si stava allestendo lo scenario per la successiva esercitazione: un incidente stradale con feriti.vecchia Panda con un motorino  incastrato sotto veniva preparata in via S. Ambrogio. Si simulava anche che entrambi i conducenti erano bloccati: uno al posto di guida, l'altro sotto la macchina.i primi ad operare erano i Vigili del Fuoco con il compito di rimuovere quanto potesse ostacolare il soccorso.sollevare il mezzo sono stati usati cuscinetti pneumatici, mentre per estrarre l'autista si è provveduto al taglio delle portiere e del tetto della machina con cesoie e divaricatori.quindi il primo soccorso di Croce Bianca e Croce Rossa con le apposite attrezzature che consentono il bloccaggio dell'infortunato per un trasporto in sicurezza.



Al termine tutti al campo sportivo dove il Sindaco Beniamino Conaghi  ha consegnato il diploma di partecipazione ai gruppi intervenuti ed ha concluso con un breve intervento ricordando che “l'iscrizione del Gruppo di Protezione Civile del Comune di Verderio Superiore è stato l'atto finale della fase istituzionalizzante del relativo servizio. Inizia ora la fase operativa, che, sono sicuro, sarà caratterizzata dallo stesso entusiasmo finora dimostrato dal Gruppo. La volontà dell'Amministrazione Comunale di costituire il Gruppo fu espressa circa due anni fa, con l'intento dichiarato di creare un presidio in più, a tutela dell'incolumità dei membri della comunità di Verderio e per la difesa e la salvaguardia del territorio comunale”.


 
 
 
Cerca nel sito
Torna ai contenuti | Torna al menu