Esercitazione con IREF, scuola superiore di Protezione Civile - Protezione Civile Imbersago

Vai ai contenuti

Menu principale:

Esercitazione con IREF, scuola superiore di Protezione Civile

EDUCARE ALLA RESPONSABILITA’
------------------------------------------------

Durante la tre giorni del volontariato, organizzata da Provincia di Lecco e Regione Lombardia nell’ambito del Convegno di Varenna, un giorno è stato dedicato alle scuole.
La mattina di mercoledì 14 ottobre è stata dedicata ad attività esercitative di Protezione Civile in diversi istituti scolastici della Provincia di Lecco ed il pomeriggio ad un incontro alla Sala Ticozzi dal titolo: “Prevenzione e Comunicazione: i volontari di Protezione Civile entrano nella scuola”.

 
 
 

La nostra Associazione, da sempre impegnata nel settore scuola, ha partecipato con ben 15 volontari.
L’esercitazione del mattino si è svolta nella scuola media Alessandro Volta di Robbiate, dove è stato simulato un allarme per incendio, con una uscita e relativa rampa di scale bloccata da un fumogeno. Il tutto sotto la supervisione di un docente della Scuola Superiore di Protezione Civile per le dovute osservazioni.
Appena sentito la campanella dell’allarme, da ogni classe i ragazzi si sono recati in modo ordinato verso le uscite evitando quella bloccata: ogni classe in fila mano nella mano dietro all’aprifila con un chiudifila con l‘insegnante che controlla che tutto si svolga regolarmente, fino al proprio punto di raccolta, dove registro alla mano fa l’appello.
Tutto si è svolto regolarmente: in solo 3 minuti dal segnale di allarme i 450 ragazzi erano ai loro punti di raccolta. Dopo pochi minuti veniva segnalato al responsabile la mancanza all’appello di 3 ragazzi (volutamente trattenuti dai volontari per simulare qualche disperso).
I ragazzi si sono dimostrati preparati: per quasi tutti loro non è la prima esercitazione. In questo plesso scolastico si fanno regolarmente esercitazioni di questo tipo concordate con la nostra associazione.

Al termine tutti nella grande sala comune per le prime valutazioni dell’esercitazione e quindi per le terze medie la proiezione di un filmato dell’intervento della Protezione Civile in Abruzzo. Prossimamente il filmato sarà fatto vedere anche alle altre classi a cui seguirà una riflessione sul tema.
Dopo la mattinata di esercitazione nel pomeriggio alla sala Ticozzi, incontro di riflessione sul tema dedicata a volontari di PC ed a operatori della scuola, con la presenza di Fausto Gheller, Dirigente Ufficio Scolastico Provinciale e Marco Lombardi, referente scientifico della Scuola Superiore di Protezione Civile.



Dopo avere riportato ed analizzato le esercitazioni svolte al mattino si è fatto è analizzato il ruolo dell’edu-cazione alla Sicurezza a partire già dalla scuola.
In particolare è stato sottolineato come sia necessario dare maggiore attenzione alla propria
autoprotezione, come sia importante acquistare competenza e cognizione per aiutare sé stessi innanzitutto ed anche gli altri a stare fuori dai pericoli.
La scuola ha un grosso compito: educare ad
essere un buon cittadino ed ad avere un ruolo, una responsabilità nella comunità. Il rischio fa parte della quotidianità bisogna saperci convivere prendendosi le proprie responsabilità verso sé stessi e verso gli altri, per diminuirne i fattori scatenanti e le eventuali conseguenze.
Qualcuno ha voluto ricordare il caso della ragazzina inglese che in occasione dello tzunami in Sri Lanka ha contribuito a dare l’allarme perché lo aveva studiato a scuola.


 
 
 
Cerca nel sito
Torna ai contenuti | Torna al menu