Esercitazione Congiunta a Cortenova 2012 - Protezione Civile Imbersago

Vai ai contenuti

Menu principale:

Esercitazione Congiunta a Cortenova 2012

Attività > Esercitazioni > Cortenova 2012

L’Associazione Volontari di Protezione Civile Imbersago, ha effettuato un’esercitazione sul territorio  comunale di Cortenova in data 30 giugno e 1 luglio 2012, congiuntamente con il locale Gruppo Comunale di Protezione Civile. L’esercitazione si è svolta prevalentemente nei luoghi delle frane del novembre 2002 (con anche rilievi GPS del perimetro della frana principale) e ha visto l’allestimento di un campo base in cui era situato il posto comando-segreteria,  le tende per l’alloggiamento dei volontari che si sono fermati per la notte, il magazzino per le attrezzature ed il parcheggio per i veicoli nell’area della Scuola Elementare in località Bressanella, non utilizzata durante il periodo estivo.

  


Lo scopo dell’esercitazione è stato l’addestramento ad interventi esterni in emergenza (come recentemente si è stati chiamati - vedi terremoto Abruzzo, alluvione Liguria, terremoto Mantova ed Emilia), in particolare l’addestramento  si prefiggeva di:

  • operare in un ambiente diverso da quello in cui si è soliti intervenire.

  • lavorare con persone di altri gruppi che non si conoscono

  • operare eseguendo direttive specifiche decise da un posto comando

  • essere alloggiati in un campo

  • partecipare all’organizzazione ed ai servizi indispensabili di un campo


La scelta di eseguire l’esercitazione a Cortenova è nata dal sentimento che lega i alcuni volontari di Imbersago a questo territorio, a ricordo degli interventi effettuati  nel 2002 - 2003 a seguito della frana in località Bindo, che li ha  visti più volti impegnati nell’arco dei tre mesi nel presidio della zona evacuata e nel monitoraggio di eventuali movimenti franosi (vedi links qui a lato). A febbraio il Presidente di Imbersago
Luigi Comi ha preso contatto con il responsabile del gruppo di Cortenova Enrico Vitali che ha risposto positivamente e da qui è nata una serie di incontri  per decidere tutti gli aspetti organizzativi e richiedere le necessarie informative ed autorizzazioni.



Così sabato 30 giugno alle 7 del mattino i volontari di Imbersago si sono ritrovati a Brivio dove hanno formato la Colonna Mobile dei loro 7 mezzi per partire, dopo le istruzioni del responsabile, alla volta di Cortenova, dove ad attenderli erano i  volontari del locale gruppo comunale. Insieme hanno proceduto ad allestire il campo con 4 tende (2 per la notte + 2 per magazzino), il posto comando e segreteria, la cucina e tutti gli allacciamenti necessari. Alle 12.30 il campo era perfettamente funzionante e potevano anche serviti pasti caldi per tutti i partecipanti.



Subito dopo pranzo, dopo un veloce briefing, si formavano le squadre per operare sugli scenari:

  • Una squadra munita di decespugliatori veniva portata per allestire la parte alta di un sentiero  per passare sopra le frane sul Rossiga

  • Un’altra quadra anch’essa munita di decespugliatori ha operato nella parte bassa del sentiero per congiungersi con la parte alta

  • Una terza squadra munita di GPS ha invece rilevato tutto il sentiero del perimetro delle frane (circa 10 km).


Tutto si è svolto con regolarità in continuo contatto radio con il posto comando e la segreteria. Unico inconveniente il caldo soprattutto nelle prime ore del pomeriggio. Alle 18.30 rientro al campo per una breve doccia, per la cena allestita dalla squadra rimasta appositamente al campo.
Dopo cena alle 21 partenza per nuovi scenari:

  • esercitazione con motopompe lungo il torrente Pioverna,  con l’illuminazione di torre fari

  • sopralluogo con le torce della "casetta di monitoraggio" delle frane Rossiga per verificare  l’attrezzatura necessaria ad una pulizia della zona da effettuare la domenica.

  • Alle 22.30 rientro al campo preparazione per la notte.




La mattina di domenica, alle 7 già tutto pronto per la colazione ed alle 8.30 partenza per:

  • E sercitazione lungo il torrente Pioverna per la preparazione di argini e fontanazzi  con sacchi di sabbia.

  • Pulizia della zona intorno alla "casetta di monitoraggio" delle frane Rossiga,

Alle 11 rientro di tutti dagli scenari  e preparazione per il pranzo.

Alle 12 saluti da parte dei responsabili dei gruppi, che hanno sottolineato la validita dell’iniziativa, che ha permesso oltre all’addestramento  una migliore conoscenza reciproca, ed un  ringraziamento a tutti i partecipanti e a quanti hanno permesso la buona riuscita dell’iniziativa.


 


A seguire breve saluto delle autorità intervenute:
Luigi Selva sindaco di Cortenova, Giuseppe Bonacina presidente del comitato volontari della Protezione Civile della provincia di Lecco, Leone Renato  Vice-Sindaco e Assessore alla Cultura di Calco, Fabio Valsecchi responsabile della protezione civile della provincia di Lecco. Tutti hanno elogiato l’iniziativa  e si sono soffermati sul ruolo dei volontari e della protezione civile nell’opera di tutela del territorio e nella costante verifica dei rischi al fine di evitare che eventi calamitosi possano creare grave  danno alla popolazione.



Dopo pranzo smontaggio di tutto il campo e pulizia e ripristino della zona e delle strutture utilizzate. Alle 17 saluti finali e calorose strette di mano soddisfatte con tanti: ".... alla prossima!"

Il nostro intervento a Cortenova nel 2003
 
 
Cerca nel sito
Torna ai contenuti | Torna al menu